Eppure non conosco la tua voce. Come posso raccogliere quando è inverno dei fiori da portarti in omaggio. Del pesco s’accendono i colori tra i ritmi gitani della pioggia di Maggio, e dei tuoi occhi castani, lo sguardo moresco, porterò il ricordo di un giorno lontano, guarda, dicevi, andiamo là... Continua »