La poesia

Lessi le ombre e fogli sparsi,

lo sguardo evitava macchie d’inchiostro,

luce fuggiva sul ciglio del fosso

a stracciare rimpianti.

Orme stinte condannate a stilare

pagine, versi, oro: fossero diamanti

o note fulgenti dell’abbandono a tentare l’amare,

il profumo, la vita, le stelle cadenti.

Sono solo parole e paure dipinte

da segni neri e lacrime finte.

I commenti sono chiusi.